Terapia fotodinamica Seregno

Terapia fotodinamica Seregno: un’efficace terapia dermatologica indicata in ambito estetico e oncologico

La terapia fotodinamica (o PDT, dall’inglese Photo Dynamic Therapy) è un trattamento utilizzato in dermatologia per la cura di differenti condizioni estetiche od oncologiche. Il principio di funzionamento della terapia fotodinamica sfrutta l’azione della luce rossa a Led in grado di reagire con una crema foto-sensibilizzante causando l’ossidazione delle cellule patologiche.

Generalmente efficace e ben tollerata dalla maggior parte dei soggetti, come ogni procedura medica la terapia fotodinamica non è priva di rischi, seppur moderati. Pertanto deve essere eseguita esclusivamente da medici specialisti in clinica dermatologica e medicina estetica. Il Dott. Paiusco effettua la terapia fotodinamica per Seregno e limitrofi presso lo Studio Medico Polispecialistico di Senago, in provincia di Milano, ricevendo su appuntamento.

LEGGI TUTTO

Terapia fotodinamica Seregno: che cos’è e come funziona

La PDT o terapia fotodinamica si basa sulla capacità di assorbimento della luce di una sostanza fotosensibile (protoporfirina IX), che genera la formazione di sostanze in grado di distruggere in modo selettivo le cellule tumorali o interessate da processi infiammatori. Il trattamento non chirurgico e minimamente invasivo è stato ideato per l’utilizzo in ambito oncologico, per la cura di lesioni pre-tumorali e tumorali, carcinoma basocellullare, carcinoma a cellule squamose (malattia di Bowen), cheratosi attiniche del viso e del cuoio capelluto ecc., ma trova applicazione anche in campo estetico.

La terapia fotodinamica cutanea è infatti un efficace trattamento per acne , brufoli e verruche, ed è indicata anche come trattamento antiage in caso di danni da eccessiva esposizione solare. Anche quando viene utilizzata al solo scopo di ottenere un beneficio estetico, la PDT deve sempre essere prescritta ed eseguita da personale medico specializzato in seguito a un’approfondita visita dermatologica. Il trattamento consiste nell’applicazione di una crema a base di acido aminolevunico sulla pelle, in corrispondenza della lesione cutanea da trattare: la molecola è in grado di interagire in modo selettivo con le cellule danneggiate che risultano più “instabili”. La successiva applicazione di una luce rossa a Led induce una reazione ossidativa che distrugge in modo selettivo le cellule tumorali o infiammatorie obiettivo del trattamento.

Per effettuare sedute di terapia fotodinamica a Seregno e limitrofi, in grado di distruggere cellule tumorali o interessate da processi infiammatori o anche per trattamenti estetici come la cura dell’acne, rivolgiti alla professionalità e alla competenza del Dott. Paiusco.

Terapia fotodinamica Seregno: rivolgiti al dott. Paiusco

Pur essendo considerata un’alternativa più tollerabile e meno invasiva di altre procedure medico-dermatologiche, tuttavia anche la terapia fotodinamica cutanea non è priva di rischi ed effetti collaterali, seppur di minima entità. Solo il dermatologo, in seguito a un’attenta visita specialistica, è in grado di soppesare benefici ed eventuali rischi della procedura. Per maggiori informazioni sulla terapia fotodinamica a Seregno e limitrofi per il trattamento di lesioni cutanee o per finalità estetiche, contatta lo studio medico polispecialistico del dott. Paiusco a Senago, in provincia di Milano.

La PDT è indicata per il trattamento di acne, brufoli, verruche o con finalità antiage contro danni da esposizione solare. In alternativa alla terapia fotodinamica cutanea o PDT, le problematiche di pigmentazione rispondono bene anche a trattamenti di peeling, mentre il rilassamento dei tessuti può essere contrastato con filler a base di acido ialuronico, e trattamenti innovativi come la Crio-Elettrolipolisi. Il dott. Paiusco riceve su appuntamento a Senago, in provincia di Milano e a pochi km da Seregno e località limitrofe.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Richiedo informazioni su:

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell'Art. 13 del Regolamento UE 679/2016 (*)